Biscagne Cicli: ossia l’arte di ridare nuova vita a vecchie ma ancora gloriose bici

Biascagne Cicli – Chi sono:

bici_scatto_fisso Barriquata II.jpg

Biascagne Cicli sono due tipi in un garage. Più una mascotte e un altro che ha mani d’oro con il legno.

Il progetto nasce dalla necessità quasi fisica di due persone, immerse in mestieri troppo astratti, di dare sfogo alla propria creatività su qualcosa di tangibile. Se poi questo qualcosa è anche sinonimo di vento nei capelli, storia, recupero del bello, ecologia, sostenibilità e benessere fisico… beh, tanto meglio.

Siamo amanti delle bici da corsa d’altri tempi, dei dettagli, crediamo (o ci piace credere) che ogni nostra bici abbia una sua personalità e che ci siano cose e luoghi che amano, e altri che no. Forse siamo un po’ romantici, non saprei. Abbiamo affidato ad una bicicletta la nostra buona azione per il 2010, e speriamo di poterlo fare tutti gli anni.

Costruiamo le nostre bici per passione, non per lavoro. Così possiamo permetterci di fare solo cose che ci piacciono veramente, senza compromessi. E’ quindi nei nostri spazi che pastrocchiamo su scatto fisso e singlespeed, e non c’è una vetrina da vedere, se non questo sito.

Le bici fatte in serie, a centinaia, sono già pronte in negozio. Tutte allineate e scintillanti, puoi pagarle e portarle via subito, se hai fretta. Ma sono – appunto – “serie”. Non scodinzolano allegre per uscire in strada, come le nostre.

Qui invece siamo lenti: ci mettiamo uno o due mesi, di solito, per ideare e poi completare una bici. Ma i passaggi sono tanti, i pezzi che vogliamo noi non si trovano ovunque, e anche il nostro carrozziere ha i suoi tempi.
Ma vuoi mettere il risultato?

Personality goes a long way, la personalità va lontano.

Soprattutto se va in bici.

Cinelli Gazzetta della Strada: finalmente una bella bici vintage da corsa…adatta anche per l’uso urbano

  • La famiglia Gazzetta quest’anno si allarga con l’aggiunta di Gazzetta della Strada: un telaio completamente in acciaio pensato per un utilizzo urbano, costruito per esaltare velocità, eleganza, praticità e guidabilità.
  • Come il telaio Gazzetta rispetta le geometrie tradizionali Pista dei giorni gloriosi dei telai in acciaio, Gazzetta della Strada rispetta le geometrie di una bicicletta eroica italiana in acciaio: veloce, armoniosa, scattante e allo stesso tempo pratica.
  • Le sensazioni di una pedalata veloce sono abbinate ad un design specificatamente urbano: occhielli per il portapacchi posteriore, gomme Randonneur 25mm, possibilità di montare parafanghi corti, curva con drop shallow ed attacchi quadri a saldare per utilizzare le levette cambio sul tubo obliquo.

gazzettastradazoom_3.jpg

Finalmente la storica, gloriosa ed innovativa Azienda  italiana Cinelli ha comercializato una bici completa, con telaio e forcella in acciaio (Columbus CrMo a doppio strato) con un raffinato stile e dal sapore vintage & old style.

Montata con un affidabile trasmissione Shimano Tiagra, l’immancabile manubrio Cinelli ed un originale guarnitura. L’impostazione è stradale ma è anche pensata per un uso stradale visti i comodi copertoni e la predisposizione per portapacchi e parafanghi corti.

Peccato che il colore al momento sia solo il bel grigio antracite e non abbia le congiunzioni saldobrasate, ma ad un prezzo al pubblico di 820 € non si poteva pretendere di più.

Disponibile in ben 6 diverse misure, dalla 50 alla 60 (50, 52, 54, 56, 58 e 60).

Ci piacerrebbe molto poterla provare su strada per testare le sue promesse qualità…

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it