EICA 2012 Verona: una piccola fiera ma, ricca di nuove ed originali bici vintage e old style, da vedere e provare!

bici,vintage,de,rosa,milanino,vintage,old,style

La prima edizione veronese dell’EICA (Esposizione Internazionale del Ciclo) che si è svolta in questo week end, dal 15 al 17, non è stata affatto male, molto piccola sicuramente (meno della metà gli spazi espositivi rispetto a quella di Padova), ma con moltè novità e molte bici originali mai viste prima (nella foto sopra un’originale singlespeed vintage della storica azienda lombarda De Rosa, la Milanino Vintage; sotto un inedita bici stile vintage, la Torpedo della storica azienda veronese Chesini).

chesini,vinateg,singlespeed,torpedo

Soprattutto tantissime le bici in prova, a scelta tra singlespeed, MTB, corsa, vintage e a pedalata assistita, con la possibilità di provarle al di fuori della fiera, in giro per la bellissima Verona, per un massimo di 2 ore (nella foto il sottoscritto in sella ad una una singlespeed vintage della OLMO in prova).

 

olmo,vintage,singlespeed,matteo,old,style

Tantissime le nostre care ed amate bici vintage con telaio in acciaio old style ma anche in alluminio. (nella foto sotto bici stile vintage in acciaio Olmo design by Alviero Martini).

bici,vintage,old,style,olmo

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it




A VERONA LA 70° ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DEL CICLO

visual-eica-2012.jpg

SI APRE UN NUOVO CICLO
EICA, l’Esposizione Internazionale del Ciclo, a Verona dal 15 al 17
settembre 2012, si distingue per forma e contenuti.
Verona, 19 marzo 2012. Confindustria ANCMA presenta EICA, l’Esposizione Internazionale del
Ciclo, che si terrà a Verona dal 15 al 17 settembre 2012. La manifestazione, giunta alla 70°
edizione, rappresenta una tappa del lungo percorso sul quale l’Associazione è impegnata,
nell’attività di promozione e tutela del settore, quotidianamente. Passione e mobilità sono i
concetti sui quali vengono declinati progetti e iniziative. L’appuntamento veronese è la vetrina per
concretizzare tali elementi e offrire al grande pubblico, di appassionati e non, l’opportunità di
scoprire le novità del mercato ma anche uno stile di vita sulle due ruote a pedale.
Cos’è EICA
Con EICA “Si apre un nuovo ciclo”. Il messaggio, veicolato anche dalla campagna pubblicitaria
che accompagnerà la comunicazione dell’Esposizione veronese, segna l’inizio una nuova era. Ciò
vuol dire che la rivoluzione culturale, che sta prendendo piede nel nostro Paese, è accompagnata
dal sostegno di Confindustria ANCMA e da un nuovo modo di mostrare e parlare delle due ruote a
pedale. Per queso EICA è un progetto innovativo: non si tratta di una fiera, ma di un vero e proprio
evento. Per la prima volta al mondo l’appuntamento con i nuovi prodotti, che caratterizzeranno il
2013, sarà supportato da un Test Ride “in casa”. Le biciclette del 2013 si proveranno sulle strade
che hanno segnato successi ed emozioni del Mondiale del 2004. Gli amanti delle MTB avranno a
disposizione il circuito del Trofeo XC Verona attorno alle mura di Castel San Pietro sulle Torricelle.
Non sarà necessario un transfert in altro luogo per verificare le caratteristiche tecniche dei mezzi.
In più, il pubblico avrà a disposizione guardaroba, spogliatoio e docce.
Perché Verona
Il complesso fieristico sarà animato dall’Esposizione Internazionale del Ciclo in concomitanza
con la settimana ciclistica veronese. Ad aprire il calendario degli appuntamenti una
cronoscalata in notturna, prevista per venerdì 14 settembre e la GF Avesani la domenica.
Questa evenienza ha individuato nell’obiettivo di Confindustria ANCMA di portare le bici in strada e
lavoare affinchè la mobilità sostenibile trovi nelle bici la soluzione, una opportunità. Inoltre, grazie
al supporto del Comune di Verona, la bicicletta assumerà il peso di un valore culturale. Passione
e mobilità avranno la massima visibilità in città con la domenica ecologica, il 16 settembre.

Ovviamente anche noi saremo presenti per fare un reportage, certi che non mancheranno le nostre amate bici stile vintage e old style!

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it

 

Bici COB Old Style One (foto by Antonio Tedeschi)


Le biciclette vintage di oggi secondo Cicli BMC (Italia)

cicli,bmc,italia,vintage,biciLa riscoperta del vintage ha influenzato in questi anni molti settori, dalla moda alle auto, passando per l’arredamento e toccando anche la produzione di biciclette.

 

Proprio nel settore delle due ruote non mancano esempi di aziende che oggi propongono linee dedicate agli appassionati dello stile e del gusto retrò, il quale coinvolge un numero sempre più ampio di cicloamatori e non più solo una nicchia formata in gran parte da restauratori.

 

Cicli BMC è stato tra i primi marchi a proporre biciclette moderne costruite con questo stile classico. Da qualche anno infatti lo storico marchio artigiano romagnolo propone una linea retrò per intenditori: non solo accessoristica vintage, ma anche soluzioni estetiche e tecniche ispirate dal passato rendono alcuni di questi modelli unici sul mercato, e donano fascino all’intera linea.

 

Per scoprire qualche curiosità in più sulle biciclette vintage di questo marchio e capire meglio la filosofia alla base delle scelte dell’azienda abbiamo rivolto qualche domanda a Giuseppe Buda, titolare della Cicli BMC.

 

Quando è nata l’idea di creare la vostra linea retrò?

 

L’idea nasce circa 3-4 anni fa quando, dopo 20 anni di vendita tradizionale, abbiamo deciso di puntare anche sull’e-commerce aprendo il sito www.vendita-bici.com.

 

La nostra intenzione era quella di lanciare l’on-line introducendo nuovi modelli con caratteristiche difficilmente reperibili nella grande distribuzione, che oggi occupa gran parte del mercato.

 

Cosa vi ha spinto a puntare sul vintage, piuttosto che su altre soluzioni?

 

Siamo partiti da una considerazione: ciò che ci caratterizza nella vendita tradizionale, ovvero la qualità dei materiali e dell’assemblaggio eseguito ancora rigorosamente in modo artigianale, non poteva bastare nella vendita on-line, dove una fotografia non può trasmettere le stesse sensazioni del “toccare con mano”. Servivano idee anche riguardo l’estetica.

 

E così avete rivolto uno sguardo al passato?

 

Abbiamo ricercato una lacuna del mercato e in questo siamo stati ispirati dalla nostra clientela. Sempre più frequentemente abbiamo incontrato persone che si rivolgevano a noi non solo per l’acquisto di nuove biciclette, ma anche per recuperare vecchie bici a cui erano legate non solo affettivamente, ma anche per la loro estetica. La frase che ci siamo sentiti ripetere più spesso è «Biciclette così belle non se ne fanno più…»

 

Quindi vi siete ispirati a modelli precisi del passato?

 

Più che ispirarci a modelli specifici, abbiamo cercato di cogliere quelle che erano le soluzioni che differenziano le biciclette di un tempo da quelle di oggi. Le abbiamo sperimentate e abbiamo raccolto consensi e apprezzamenti davvero graditissimi.

 

Può farci qualche esempio delle soluzioni “vintage” che avete recuperato per le vostre bici Retrò?

 

La prima riguarda la forma e la saldatura dei telai: le city bike moderne hanno tutte la saldatura a vista e la canna leggermente obliqua. In collaborazione con il nostro artigiano telaista, abbiamo rispolverato per alcuni modelli i cosiddetti telai a congiunzioni, ovvero realizzati con una tecnica di fabbricazione in cui i tubi vengono assemblati attraverso dei giunti, molto belli esteticamente e la cui saldatura è interna e non a vista. La canna è dritta e i tubi hanno un diametro più piccolo, come i telai di un tempo.

 

Poi ci sono le decorazioni e le finiture: ad esempio i filetti dorati fatti a mano uniti con fantasie a greche nei modelli Erre, oppure la grafica del nostro scudetto.

 

Un altro classico che abbiamo riportato alla luce sono i freni a bacchetta, che rappresentano al 100% l’idea della tecnologia del passato che tutt’ora rimane più che funzionale.

 

Al di là di questi esempi, in generale, abbiamo cercato comunque di contestualizzare le nostre biciclette alla tecnologia moderna, mantenendone inalterato lo stile.

 

Quali sono le principali “modernizzazioni” delle vostre biciclette?

 

Non tutti i modelli retrò, per esempio, sono dotati di freni a bacchetta: in alcuni abbiamo utilizzato impianti frenanti moderni, più leggeri e più facili da regolare anche per i principianti.

 

Inoltre nelle biciclette in cui la linea estetica non ci permetteva di assemblare il cambio classico con ruota libera e catena a vista, abbiamo utilizzato un innovativo cambio Shimano Nexus, la cui caratteristica principale è quella di essere inserito e nascosto all’interno del mozzo della ruota posteriore. Abbiamo cosi potuto usare telaio e carter della stessa forma delle vecchie biciclette che non montavano il cambio.

 

Concludendo, vista la vostra esperienza possiamo dire che il vintage è ancora di moda?

 

Per quanto riguarda le biciclette e limitatamente alla nostra realtà, direi che questo è senza dubbio ancora il momento del vintage. Se parliamo dell’online, ad esempio, oltre l’80% delle nostre vendite negli ultimi 12 mesi sono riferite alla linea Retrò, mentre in generale se sommiamo vendita tradizionale e online i nostri numeri ci dicono che il trend è ancora in aumento.

 

 

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it cicli,vintage,bmc,donna,nexus,shimano

COB Cafè Racer Mixte: una singlespeed dal sapore vintage

bici,vintage,singlespeed,cob,cafe,racer,cafè

Foto by Antonio Tedeschi

Questo nuovo modello è una singlespeed molto originale, basato su un vecchio telaio da donna a fraschetta (comodissimo anche per gli uomini) in acciaio con congiunzioni saldobrasate old style, con una leggera e robusta forcella in alluminio, attacco manubrio in alluminio Cinelli, curva manubrio sempre in alluminio, tipo Peugeot, cerchi in alluminio doppia camera anodizati neri Campagnolo, con mozzi a cuscinetti sigillati, copertoni Tioga Trimeline, stretti e molto scorrevoli, guarnitura in alluminio anodizata nera a 46 denti, ruota flip/flop (reversibile) con pignone a ruota libera da un lato e scatto fisso dall’altro, con un inconsueto tendicatena, che riduce la tensione sulla ruota posteriore, e qunidi la possibilità che questa si storga quando è a scatto fisso (spesso accade con i forcellini non specifici per la pista).
Completano la dotazione dei freni calliper in alluminio old style Modolo Sport pilotati da delle moderne leve il alluminio nere.

Per ulteriori info potete contattare la COB tramite mail:

info@customoriginalbike.com

oppure visitare il loro sito

www.customoriginalbike.com


Stand Cicli Venezia: le bici stile vintage più lussuose e costose

DSCF2584.JPG

Nello stand del produttore artigiano veneto, erano esposte delle originali bici in stile vintage con delle finiture particolarmente raffinate e lussuose, come ad esempio il modello Gondola, nelle varianti donna ed uomo (nella foto sopra) con il classico telaio con congiunzioni saldobrasate e tubi in acciaio interamente rivestiti in pelle di bufalo, le manopole in legno di faggio e la classica sella in cuio Brooks, a corredo una serie di accessori rivsetiti in pelle, catena antifurto compresa.

Altra bici degna di attenzione e il modello Burano, nella versione uomo e donna (nella foto sotto), anche questa con telaio old style e congiunzioni saldobrasate interamente dorate (18KT), altra peculiarità il manubrio, i parafancghi ed i cerchi in bel legno di faggio.

 

Tutte queste raffinatezze ovviamente si pagano care, i modelli della Cicli Venezia vanno dai 3000 € ai 5000 € al pubblico, viene il dubbio se queste bici si possano utilizzare quotidianamente o siano da mettere in vetrina…

DSCF2590.JPG

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it


ExpoBici 2011 Padova: tantissime bici stile vintage & old style

DSCF2510.JPGIeri sono stato, un intera giornata, alla più importante e grande fiera nazionale dedicata alle biciclette (ha definitivamente surclassato quella di Milano) che quest’anno penso abbia raggiunto il più alto numero di sempre di espositori (più che raddopiati, insieme allo spazio espositivo) e visitatori, ed un notevole ampiamento dello spazio dedicato ai bike test (prova biciclette).

Oltre ad essere la più grande mai fatta sino ad ora a Padova, penso che sia stato anche la più bella, belle le esposzioni di biciclette, tante le novità, tante le bici in prova, diversi spettacoli che hanno lasciato tutti a bocca aperta (soprattutto quello nel pomeriggio dei giovani biker, anche tedeschi, con BMX e MTB singlespeed free style).

Tantissime le bici vintage (anche elettriche), singlespeed, e 29 pollici, alla faccia di chi pensava che queste tipologie di bici fossero solo una moda passeggiera.

Sul altro blog http://originalbike.myblog.it/ l’ampio e dettagliato reportage fotografico (MDP).

Matteo DP

ExpoBici 2011 Padova

 

 

expobici2011.jpg

Anche quest’anno non mancheremo di pubblicare, con foto e notizie, un report il più possibile ricco ed interessante, sulla oramai più grande ed importante fiera italiana dedicata alle biciclette, dove non mancheranno sicuramente le nostre amate bici in stile vintage e old style, che avrà luogo in questo fine settimana da sabato 24 a lunedì 26 settembre.

Per ulteriori info vi rimandiamo al sito ufficiale delle Fiera di Padova

http://www.expobici.it/

Matteo DP