CosmoBikeShow 11-14 Settembre 2015 International bike exhibition

cosmobike-slide

Tra pochi giorni avrà inizio l’attesa prima edizione del CosmoBikeShow evento fieristico internazionale che avrà luogo nei grandi padiglioni della Fiera di Verona, non mancheremo di farvi visita per poi pubblicare un accurato reportage fotografico, sulle novità del settore, con particolare attenzione ai modelli vintage & old style.

Matteo DP

dpmatteo@live.com

CosmoBikeShow 11-14 Settembre 2015  International bike exhibition 11-14 Settembre 2015  International bike exhibition

http://www.cosmobikeshow.com/

EXPOBICI 2013: sempre più bici stile vintage & old style!

Expobici 2013 stand regina.jpg

Alla, ormai principale, fiera di biciclette d’Italia, l’EXPOBICI di Padova, svoltasi in questi giorni (io sono andato a visitarle domenica) non sono mancate le nostre amate bici in stile vintage & old style, anzi ne abbiamo trovate quasi in ogni stand, molte anche quelle in versione a pedalata assistita (elettriche).

Nei prossimi giorni l’album fotografico!

Matteo DP

bici elettrica vintage.jpg

 

Vintage Festival: concorso Tweed Bike

vintage, festival, bike, padova, 2013

All’interno della manifestazione Vintage Festival 2013 di Padova nella giornata di oggi (Domenica 15 Settembre) si terrà una bella iniziativa dedicata alle nostre amate biciclette vintage, vecchie e nuove, denominata Tweed Bike una pedalata con concorso a premi organizzata da Tweed Ride Italia :

 

PEDALATA VINTAGE GRATUITA
Ritrovo: ore 11.00
fronte San Gaetano (via Altinate 71)
Percorso:10 Km di tweed.

Hai un perfetto look british con baffi arricciati all’insù? Ami la bici anche se la tua barba non è esattamente aerodinamica? Hai un perfetto abito anni ’50 e una bici abbinata? Partecipa alla Tweed Ride domenica 15 e arriva al centro San Gaetano tutto impettito, capelli perfetti e con barba e baffi da fare invidia ad un lord e partecipa alle selezioni dei concorsi offerti da Tweed Bike.
Al ritorno rinfresco e premiazioni.

VINCI
Best Dressed Gentleman
Primo premio: Libro di Moda offerto dal Tweed Ride Italia

Best Dressed Lady
Primo premio: Abito vintage offerto da Curiosità Vintage Monza

Best Bicycle
Primo premio: Una sella Brooks

Best Moustaches
Primo premio: Kit Regalo Completo in latta da collezione offerto da Proraso

tweed, ride, italia, vintage, festival, padova

vintage_cover_big-300x111.jpg

 

A VERONA LA 70° ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DEL CICLO

visual-eica-2012.jpg

SI APRE UN NUOVO CICLO
EICA, l’Esposizione Internazionale del Ciclo, a Verona dal 15 al 17
settembre 2012, si distingue per forma e contenuti.
Verona, 19 marzo 2012. Confindustria ANCMA presenta EICA, l’Esposizione Internazionale del
Ciclo, che si terrà a Verona dal 15 al 17 settembre 2012. La manifestazione, giunta alla 70°
edizione, rappresenta una tappa del lungo percorso sul quale l’Associazione è impegnata,
nell’attività di promozione e tutela del settore, quotidianamente. Passione e mobilità sono i
concetti sui quali vengono declinati progetti e iniziative. L’appuntamento veronese è la vetrina per
concretizzare tali elementi e offrire al grande pubblico, di appassionati e non, l’opportunità di
scoprire le novità del mercato ma anche uno stile di vita sulle due ruote a pedale.
Cos’è EICA
Con EICA “Si apre un nuovo ciclo”. Il messaggio, veicolato anche dalla campagna pubblicitaria
che accompagnerà la comunicazione dell’Esposizione veronese, segna l’inizio una nuova era. Ciò
vuol dire che la rivoluzione culturale, che sta prendendo piede nel nostro Paese, è accompagnata
dal sostegno di Confindustria ANCMA e da un nuovo modo di mostrare e parlare delle due ruote a
pedale. Per queso EICA è un progetto innovativo: non si tratta di una fiera, ma di un vero e proprio
evento. Per la prima volta al mondo l’appuntamento con i nuovi prodotti, che caratterizzeranno il
2013, sarà supportato da un Test Ride “in casa”. Le biciclette del 2013 si proveranno sulle strade
che hanno segnato successi ed emozioni del Mondiale del 2004. Gli amanti delle MTB avranno a
disposizione il circuito del Trofeo XC Verona attorno alle mura di Castel San Pietro sulle Torricelle.
Non sarà necessario un transfert in altro luogo per verificare le caratteristiche tecniche dei mezzi.
In più, il pubblico avrà a disposizione guardaroba, spogliatoio e docce.
Perché Verona
Il complesso fieristico sarà animato dall’Esposizione Internazionale del Ciclo in concomitanza
con la settimana ciclistica veronese. Ad aprire il calendario degli appuntamenti una
cronoscalata in notturna, prevista per venerdì 14 settembre e la GF Avesani la domenica.
Questa evenienza ha individuato nell’obiettivo di Confindustria ANCMA di portare le bici in strada e
lavoare affinchè la mobilità sostenibile trovi nelle bici la soluzione, una opportunità. Inoltre, grazie
al supporto del Comune di Verona, la bicicletta assumerà il peso di un valore culturale. Passione
e mobilità avranno la massima visibilità in città con la domenica ecologica, il 16 settembre.

Ovviamente anche noi saremo presenti per fare un reportage, certi che non mancheranno le nostre amate bici stile vintage e old style!

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it

 

Bici COB Old Style One (foto by Antonio Tedeschi)


Sempre più bici vintage & old style

Qualche anno fa le bici stile vintage e old style, erano modelli di nicchia, commercializzati e presenti solo nei cataloghi di qualche azienda nostrana e, prodotte, da piccoli produttori artigiani, per lo più concentrati nel nord est della nostra piccola ma creativa penisola.

I “primi” a lanciare commercialmente questo genere di bici è stata la mantovana ABICI, che ha avuto il abici.jpgmerito di rendere questo tipolgia di bici famose ed attraenti, grazie ad abili strategie commerciali che hanno introdotto questo affascinante mezzo nel mondo del design e della moda (tant’è vero che le prime sono state commercializzate nei negozi di arredamento e abbigliamento).

 

Ma dietro a questa operazione commerciale, vi erano dei già dei piccoli produttori artiginali locali.

In primis la piccola azienda artigianale veneta Cicli Blume, che decide, grazie al sostegno di validi collaboratori, nel 2007 di vintage-3.jpgcommercializare le bici stile vintage da lei prodotte, nasce così la prima collezione di bici denominate “Vintage“, grande cura nell’assemblaggio e prezzi competitivi (dai 400 ai 1000 euro), ampia varietà di modelli, allestimenti e colori. Collezione che ha conosciuto un notevole incremento di produzione e di vendite, tant’è che la gamma si è ampliata e rinnovata nel corso degli anni.

Dopo di lei tanti altri produttori si sono buttati nella produzione di questa tipologia di bici. Chi very large ray.jpgpuntando sulla gamma alta come la artigiana Bressan cha ha prodotto e tutt’ora produce un modello vintage da corsa ed una variante da città, con telai e componentistica di alta qualità e con una cura dei dettagli molto elevata a partire dalla verniciatura. I prezzi ovviamente adeguati alla qualità del prodotto (dai 1500 euro in su).

Ad un livello ancora più alto troviamo il maestro artigiano Zullo, dove la bici 1981 Vintage.jpgstile vintage e porata ai massimi livelli, ogni sua personale realizzazione è un oggetto d’arte, unico nel suo genere, per qualità, gusto e cura costruttiva. Un bici che bene rappresenta il suo stile unico è il modello Metrò (nella foto affianco). Qui per il solo telaio si parte dai 1500 euro. Per questo costruttore rimandiamo al lungo post precedentemente pubblicato.

A metà strada, come qualità e prezzo, si pone la Cicli Nicoletti, marchio storico, Donna sport azzurra tre quarti.JPGche giusto l’anno scorso a compiuto ben 100 anni, con modelli molto curati, con componentistica originariamente vintage (ossia proprio di quegli anni), con svariati modelli cha vanno dalla più classica freni a bacchetta alla più alla moda singlespeed ruota libera/scatto fisso. Anche per questa gamma di bici vengono utilizzati telaio rigorosamente in acciaio con congiunzioni saldobrasate.

Per finire concludiamo con i modelli stile vintage customizzati, ossia personalizzati COB N.O. U.E. alta definizione.JPGe personalizzabili proposti dalla Custom Original Bike COB, che con uno stile e una filosofia “nuova” per il settore ciclistico, propone modelli vintage e retrò molto esclusivi e curati negli abbinameti cromatici e nella componentistica che tiene conto di un rapporto tra qualità (alta) e prezzo (accessibile) molto equilibrato che varia in base al livello di allestimento richiesto.

Ricordiamo agli amanti del genere che in questi giorni si stà svolgendo in nord logo NAHBS.pngAmerica la fiera NAHBS ossia l’evento americano dedicato alle bici artigianli dove lo stile vintage e old style è imperante e molto apprezzato…

Appena possibile di questo evento, faremo vedere il meglio…

A presto

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it

L’ultimo dei Maestri artigiani del telaio in acciaio: Tiziano Zullo

 il maestro Zullo Tiziano.jpg

Questa mattina ho avuto il piacere di trovare il “Maestro”…, sicuramente l’ultimo nella provincia di Verona, ma probabilmente anche a livello nazionale, Tiziano Zullo è rimasto uno degli ultimi produttori di bici artigianali, nel senso vero e proprio del termine, poiché lui le bici le produce partendo dai tubi grezzi, in acciaio, il suo materiale preferito per la costruzione dei telai oppure, a richiesta, in carbonio. Numerosi i modelli stile vintage & old style nella sua ampia gamma.

Ad accogliermi, nel piccolo “show room” all’interno del capannone di produzione a Castel Nuovo del Garda, un piccolo paese nella provincia di Verona, la simpatica ed affabile signora Elena (Elen), grande appassionata ed esperta di bici, la quale mi ha spiegato la filosofia costruttiva del maestro artigiano Zullo, ossia una cura, oserei dire, quasi maniacale, nella creazione della bici, a partire dai telai, costruiti con tubi in acciaio (ma anche in carbonio), d’ottima qualità (prevalentemente Columbus), tagliati su misura e saldati tra loro con le tradizionali e bellissime congiunzioni a microfusione; tutti pezzi che si possono vedere e toccare con mano, nel laboratorio retrostante, suddivisi in maniera un po’ caotica al suo interno, tra un macchinario e l’altro.

Per l’allineamento dei tubi si avvale di una precisissima macchina al laser, la sua mano, poi, fa il resto, ossia la raffinata saldatura dei tubi a filo con le congiunzioni, oppure con la più “moderna” saldatura a TIG.

Successivamente si passa alla pulitura del telaio, poi viene dato “il fondo” antiruggine ed anticorrosione, per poi passare alla verniciatura vera e propria, e qui la raffinata fantasia creativa di Tiziano prende il sopravvento, lui sceglie le fantasie ed i colori e sempre lui le realizza sul telaio come fosse la tela di un quadro, infine le decalcomanie, anche queste fatte in casa, ed il trasparente sopra a protezione del tutto.

Anche tutta la fase di verniciatura viene fatta in casa, tant’ è che il Maestro l’ho trovato operativo nella cabina di verniciatura, tutto concentrato nel suo nobile e magistrale lavoro.

Lui a dire il vero di primo acchito appare un po’ burbero, ma è un atteggiamento un po’ tipico dei grandi maestri…

Il risultato finale, dopo numerose ore di lavoro, dei telai di bici che sembrano delle vere e proprie opere d’arte…saldature perfette, verniciature senza sbavature e soprattutto uno stile inconfondibile, che ti fanno pensare che questi telai abbiano un’anima…!

Voi a questo punto vi chiederete ma i prezzi di queste opere d’arte…? Adeguati al valore reale del prodotto ossia dai 1.500 euro in su, per un telaio, che non è solo un semplice telaio ben fatto, con ottimi materiali, con cura maniacale, ma qualcosa di più di un telaio con eccellenti prestazioni ciclistiche… un oggetto che dura nel tempo e che non passerà mai di moda.

Continua così Tiziano e non mollare, sperando che nel frattempo qualcuno segua le tue orme…

 

Matteo DP

 

dpmatteo@inwind.it