EXPOBICI 2013: sempre più bici stile vintage & old style!

Expobici 2013 stand regina.jpg

Alla, ormai principale, fiera di biciclette d’Italia, l’EXPOBICI di Padova, svoltasi in questi giorni (io sono andato a visitarle domenica) non sono mancate le nostre amate bici in stile vintage & old style, anzi ne abbiamo trovate quasi in ogni stand, molte anche quelle in versione a pedalata assistita (elettriche).

Nei prossimi giorni l’album fotografico!

Matteo DP

bici elettrica vintage.jpg

 

RISTORO STORICO: Cicloturistica d’epoca (anteriori al 1985)

28 ottobre 2012

Ristoro d’epoca ad Agraria della cicloturistica

Domenica 28 ottobre 2012, la pedalata cicloturistica con bici d’epoca “Eroica” La Gardesana, organizzata da Ugo Bike e dal Museo della Bicicletta Storica di Riva del Garda – effettuerà una sosta ristoro d’epoca presso Agraria, con la collaborazione di Associazione Cuochi del Trentino e della Strada del Vino e dei Sapori di Trento e Valsugana. La kermesse sportiva vedrà la presenza di Mario Labadessa col suo biciclo e il recordman di bici estremo Giuliano Calore

 La pedalata cicloturistica d’epoca “Eroica” La Gardesana prenderà il via domenica 28 ottobre 2012 da Malcesine e si svilupperà in un circuito che attraverserà l’Alto Garda per fare ritorno al punto di partenza. La partenza verrà data tra le 8 e le 9 del mattino.

Dalle 10,30 alle 12,30 la corsa effettuerà una pausa ristoro d’epoca presso Agraria. Gli atleti verranno ospitati nella zona del Frantoio, che in quella giornata sarà aperto e visitabile, e all’interno di Corte del Tipico.

1957-maclean-eclipse.jpgcicli.vintage@libero.it

Alla Fiera di Verona “Classica Motori” e…non solo: anche bici d’epoca e vintage.

DSCF3606.JPGIeri, alla piccola mostra scambio/vendita (Salone di Auto e Moto) “Classica Motori” presso la Fiera di Verona, ho avuto il piacere di vedere esposte, non solo belle moto ed auto d’epoca, ma anche delle bellissime biciclette d’epoca, retrò e vintage.

Presente (nella foto in alto ed in basso a sinistra) anche lo stand del museo veronese Nicolis che, oltre ad avere nelle propria collezione auto e moto, ha anche numerosi velocipedi/biciclette d’epoca.

Nei prossimi giorni pubblicheremo le foto delle biciclette viste.

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it

DSCF3607.JPG

Sempre più bici vintage & old style

Qualche anno fa le bici stile vintage e old style, erano modelli di nicchia, commercializzati e presenti solo nei cataloghi di qualche azienda nostrana e, prodotte, da piccoli produttori artigiani, per lo più concentrati nel nord est della nostra piccola ma creativa penisola.

I “primi” a lanciare commercialmente questo genere di bici è stata la mantovana ABICI, che ha avuto il abici.jpgmerito di rendere questo tipolgia di bici famose ed attraenti, grazie ad abili strategie commerciali che hanno introdotto questo affascinante mezzo nel mondo del design e della moda (tant’è vero che le prime sono state commercializzate nei negozi di arredamento e abbigliamento).

 

Ma dietro a questa operazione commerciale, vi erano dei già dei piccoli produttori artiginali locali.

In primis la piccola azienda artigianale veneta Cicli Blume, che decide, grazie al sostegno di validi collaboratori, nel 2007 di vintage-3.jpgcommercializare le bici stile vintage da lei prodotte, nasce così la prima collezione di bici denominate “Vintage“, grande cura nell’assemblaggio e prezzi competitivi (dai 400 ai 1000 euro), ampia varietà di modelli, allestimenti e colori. Collezione che ha conosciuto un notevole incremento di produzione e di vendite, tant’è che la gamma si è ampliata e rinnovata nel corso degli anni.

Dopo di lei tanti altri produttori si sono buttati nella produzione di questa tipologia di bici. Chi very large ray.jpgpuntando sulla gamma alta come la artigiana Bressan cha ha prodotto e tutt’ora produce un modello vintage da corsa ed una variante da città, con telai e componentistica di alta qualità e con una cura dei dettagli molto elevata a partire dalla verniciatura. I prezzi ovviamente adeguati alla qualità del prodotto (dai 1500 euro in su).

Ad un livello ancora più alto troviamo il maestro artigiano Zullo, dove la bici 1981 Vintage.jpgstile vintage e porata ai massimi livelli, ogni sua personale realizzazione è un oggetto d’arte, unico nel suo genere, per qualità, gusto e cura costruttiva. Un bici che bene rappresenta il suo stile unico è il modello Metrò (nella foto affianco). Qui per il solo telaio si parte dai 1500 euro. Per questo costruttore rimandiamo al lungo post precedentemente pubblicato.

A metà strada, come qualità e prezzo, si pone la Cicli Nicoletti, marchio storico, Donna sport azzurra tre quarti.JPGche giusto l’anno scorso a compiuto ben 100 anni, con modelli molto curati, con componentistica originariamente vintage (ossia proprio di quegli anni), con svariati modelli cha vanno dalla più classica freni a bacchetta alla più alla moda singlespeed ruota libera/scatto fisso. Anche per questa gamma di bici vengono utilizzati telaio rigorosamente in acciaio con congiunzioni saldobrasate.

Per finire concludiamo con i modelli stile vintage customizzati, ossia personalizzati COB N.O. U.E. alta definizione.JPGe personalizzabili proposti dalla Custom Original Bike COB, che con uno stile e una filosofia “nuova” per il settore ciclistico, propone modelli vintage e retrò molto esclusivi e curati negli abbinameti cromatici e nella componentistica che tiene conto di un rapporto tra qualità (alta) e prezzo (accessibile) molto equilibrato che varia in base al livello di allestimento richiesto.

Ricordiamo agli amanti del genere che in questi giorni si stà svolgendo in nord logo NAHBS.pngAmerica la fiera NAHBS ossia l’evento americano dedicato alle bici artigianli dove lo stile vintage e old style è imperante e molto apprezzato…

Appena possibile di questo evento, faremo vedere il meglio…

A presto

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it

Expo Bici 2009 Padova: trionfano le bici e gli accessori vintage e old style

Vintage Bressan.JPG
bici Vintage Nicoletti.JPG

Anche alla fiera delle bici di Padova EXPO-BICI 2009, come in Germania, trionfano le biciclette stile vintage, retrò ed old style.

Tantissimi i produttori, soprattutto italiani, a proporre nei propri stand bici “vecchia maniera”: vintage, retrò ed old style, tra i quali gli italiani Nicoletti (nella foto a sinistra), Bressan (nella foto a destra), Bemmex, Bernardi, Frera; ma anche stranieri come Kona, Schwinn, Cannondale e  Phanter, per citarne solo alcuni.

Oltre alle bici finite anche tanti componenti vintage e old style, come negli stand di Montalbetti, Lombarda, Modolo e Bernardi, ad esempio.

A presto on line le foto e qualche commento.

Matteo DP

cicli.vintage@libero.it

ANTEPRIMA NUOVI MODELLI CICLI MONTANTE

Abbiamo il piacere di presentarvi in anteprima i modelli di una storica (è nata agli inizi del secolo) azienda siciliana di biciclette la Cicli Montante (http://www.montantecicli.it/).

Dopo il classico (e a nostro avviso poco originale) modello con freni a bacchetta Kalos (uomo e donna), quello utilizzata per intenderci dal famoso scrittore Andrea Camilleri, Copia di new kalos uomo.jpgla Cicli Montante ha lanciato una nuova gamma di bici molto originali ed esclusive, che riprendono dei canoni estetici del passato (dagli anni 30 in poi) ma al contempo utilizzano soluzioni estetiche e funzionali dei giorni nostri, tipo la trasmissione (con cambio nel mozzo) ed i freni (a disco e ad espansione) di nuova generazionefattorino bianca.jpg

A me personalmente piacciano molto i prafanghi corti e personalizzati con la scritta Montante del modello Fattorino (nella foto qui a fianco) ed il copricorona in pelle del modello fattorino azzurra.jpgFattorino azzurra (qui a fianco).

I prezzi sono piuttosto impegnativi (oltre i 1.000 €) ma, si entra in possesso di modelli veramente esclusivi ed originali.

Nell’album fotografico a fianco le foto degli altri modelli.

A voi il giudizio nei post.

A presto!

Matteo DP

VINTAGE 7 RR COUNTRY

Finalmente disponibili i nuovi modelli della gamma di bici Vintage prodotte dalla Cicli Blume, al modello Country 3 RR (cambio Shimano Nexus 3 velocità, freno Shimano Roller anteriore e posteriore) uomo si aggiunge anche il modello donna.

La famiglia poi si allarga con il modello Country 7 RR con il cambio Shimano Nexus a 7 velocità, per poter affrontare percorsi più impegnatvi, con gli eccezionali copertoni della Schwalbe Fat Frank colorati (molto comodi e al contempo molto scorrevoli), disponbile anche questa nella versione donna.

Per ulteriori info: cicli.vintage@libero.it

BICI VINTAGE, RETRO’ & OLD STYLE

Questo vuole essere un Blog dedicato agli appassionati di bici vintage, retrò & old style, d’annata, ossia di 20, o più, anni fa, ma anchedi bici stile vintage & old style, ma nuove, ovvero repliche o reinterpretazioni delle bici dell’epoca.

d14479d68296e0c80bbf473dedd775df.jpg

Bici di “una volta” di tutti i generi da passeggio(monomarcia, con freni a “contropedale”, a “bacchetta” o a “scatto fisso”), da corsa, da sterrato o fuoristrada(vi ricordate la prima MTB (Mountain Bike) italiana? La Rampichino della Cinelli (nella foto qua in basso)? Ha più di 20 anni, è del 1985! E le prime MTB americane di Gary Fisher, Tom Ritchey & Joe Breeze di 10 anni prima?!), oppure ibride

adbd22eaadf927c16d5f65bf15eee976.jpg

Vecchie Bici “mitiche”, di culto, passate alla storia della bici, ed ora, tornate alla luce, magari, dopo essere state abbandonate in qualche cantina polverosa. Oppure bici nuove ma “repliche”di quelle di qualche decennio fa, rivisitate in chiave moderna e costruite con i materiali ed i componenti di una volta (come l’acciaio ed il cuoio) e di oggi (come l’alluminio).

c5132055ea140ca93510f9a7be38881a.jpg

La Bici come mezzo di trasporto pratico, conveniente ed ecologico , come strumento di benessere e di piacere, ma anche come oggetto di design, d’arredo, d’arte e di culto…

db47f9f67b7832f2a9f1b236ab5692ba.jpg

Questo vuole essere insomma un invito a tutti gli appassionati di bici, come me, che vogliono dare il loro contributo a questo fantastico ed intramontabile mezzo…che negli ultimi anni ha “subito” una deriva ipertecnologica e patologica, individuabile in quella che io definisco “sindrome” del peso (come le ragazze che inseguendo questo “mito” diventano anoressiche e si abbruttiscono) e della velocità (sempre più rapporti nei cambi, ogni anno ne aggiungono uno, dove arriveremo)… ma che nelle sue originarie e vecchie forme(un po’ pesanti e con poche marce, ma robuste ed affidabili) si esprime ancora al meglio, senza smanie competitive, per il puro piacere di pedalare…magari con un po’ di stile ed eleganza retrò, proprio, delle bici di una volta…